Bar Sport - Teo Teocoli

Vai ai contenuti

Menu principale:

Film




Data di uscita:
21 ottobre 2011
Genere:
Commedia
Anno:
2011
Regia:
Massimo Martelli
Attori:
Claudio Bisio, Giuseppe Battiston, Angela Finocchiaro, Antonio Catania, Bob Messini, Antonio Cornacchione, Lunetta Savino, Teo Teocoli, Roberta Lena, Stefano Bicocchi, Claudio Amendola, Aura Rolenzetti
Paese:
Italia
Durata:
93 min
Distribuzione:
01 Distribution
Sceneggiatura:
Nicola Alvau, Massimo Martelli, Giannandrea Pecorelli, Michele Pellegrini
Fotografia:
Roberto Cimatti
Montaggio:
Gianandrea Tintori
Musiche:
Gatto Ciliegia contro Il Grande Freddo
Produzione:
Aurora Film, Rai Cinema

TRAMA BAR SPORT

Bar Sport, il film diretto da Massimo Martelli, è tratto dall'omonimo libro di Stefano Benni.

Amori, sfide, cappuccini, avventure, trasferte, grappini, campioni, bambini, nonni, sesso e meringhe. Al Bar Sport. Il telefono a gettoni, il biliardo, il flipper, le foto in bianco e nero della squadra del cuore, la pesca col boero, le cartoline di tutto il mondo sullo specchio, il juke box, la bacheca con gli annunci delle trasferte, il tabellone del Totocalcio, la ricevitoria. Al Bar Sport. La Luisona, il Tecnico, il professore, l'insegna, il Cinno, il nonno da bar, il grande Pozzi, il cinema Sagittario, il playboy da bar, Villa Alba, la Lambret ta, "Conosco un posticino", La trasferta, Viva Piva, Buon Natale. Al Bar Sport. Ci sono bar e bar, ma il Bar Sport è molto di più.

In ogni città, in ogni paese, esiste il Bar Sport, sempre con le porte sulla piazza principale. Più che un punto di ritrovo, un punto di riferimento, un luogo dell'anima che accomuna e fonde in un solo spazio, un universo di situazioni e personaggi che almeno una volta abbiamo incontrato o che ci piacerebbe conoscere. Il Bar Sport, gestito da Antonio il Barista (Giuseppe Battiston) detto anche Onassis per la sua tirchieria, è frequentato dal Tennico tuttologo (Claudio Bisio) che tutto sa e tutti conosce; dal playboy che racconta le sue improbabili avventure; dalle vecchiette dall'aspetto innocuo e dall'animo perfido, sempre sedute allo stesso tavolino all'angolo; da chi dice sempre che sta per partire; dall'inventore che insegue il record del flipper; dai giocatori di biliardo pronti all'eterna sfida con il bar Moka; da quelli che passano le giornate giocando a carte impegnati in epiche sfide; dai giocatori di calcio balilla... o meglio, di calcetto nei bar di sinistra; dall’innamorato depresso ormai fuso al telefono a gettoni; dal semplice e ingenuo Cocosecco; da Elvira "lire tremila" dall'inequivocabile lavoro; dal "cinno" che sogna di diventare un campione di ciclismo; dal vecchietto che passa il tempo davanti alla televisione, sputando in terra; dal timido geometra con la moglie appariscente; dal professore che dà i voti alle ragazze. Sotto gli occhi sognanti della bellissima cassiera di cui tutti si innamorano, ma che perde la testa per l'affascinante fornaio. Nel Bar Sport vengono tramandate le imprese dei grandi sportivi entrati nella leggenda come Piva, il calciatore dal tiro portentoso adorato dai tifosi, e il grande Pozzi, il ciclista invincibile impegnato in un'eterna sfida con il famoso Girardoux. 


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu